Giglio, Maremma e la città del tufo

Durata

3 Giorni

Periodo

Settembre

Partenza

20240927

Servizi inclusi/esclusi

Sed ut perspiciatis unde omnis iste natus error sit voluptatem accusantium doloremque laudantium, totam rem aperiam, eaque ipsa quae ab illo inventore veritatis et quasi architecto beatae vitae dicta sunt explicabo. Nemo enim ipsam voluptatem quia voluptas sit aspernatur aut odit aut fugit, sed quia consequuntur magni dolores eos qui ratione voluptatem sequi nesciunt.

Itinerario

Incontro con l’accompagnatore ai punti di partenza rilasciati in fase d’iscrizione e partiamo alla volta della Toscana per fermarci a Massa Marittima, borgo delle colline metallifere noto come il ‘capolavoro della Maremma Toscana’. Seguiamo un itinerario guidato nel cuore protetto dalle mura antiche che muove da piazza Garibaldi, un salotto urbano con un perimetro irregolare che sembra cambiare forma in accordo al punto di vista: un inganno dei sensi e una sola certezza, quella di innamorarsene. Quinte scenografiche sono il palazzo del Podestà, il palazzo comunale e la cattedrale di San Cerbone, esempio maestoso di architettura romanico-gotica. Proprio di fronte ai gradoni della cattedrale si stagliano le fonti dell’Abbondanza che custodiscono un celebre affresco medioevale che raffigura una singolare pianta rigogliosa con dei frutti parecchio inconsueti. Dopo il pranzo in ristorante, ci spostiamo a Castiglione della Pescaia, balcone sul Tirreno, borgo fortificato con strade in pietra viva, antichi portali, nicchie e arcate, il tutto racchiuso da possenti mura turrite. Ci accomodiamo poi in bus per raggiungere l’hotel, per la cena e il pernottamento.

Dopo la prima colazione, ci trasferiamo all’Argentario per partire in battello da Porto Santo Stefano verso il Giglio. Sbarcati sull’isola, ci toviamo a Giglio Porto, il centro commerciale più importante dell’isola: molti i negozi e le boutiques che si affacciano sul mare cristallino dai fondali. Un mezzo privato ci porta, tra i profumi di macchia e i vigneti aggrappati sui ripidi pendii, a Giglio Castello. Immersi in un’incantata vita di paese che scorre piacevole, scopriamo la rocca Aldobrandesca, struttura fortificata da cui è visibile un magnifico panorama su tutto l’arcipelago e sulla costa maremmana. L’accesso alla rocca, sormontato da un imponente stemma dei Medici che ricorda il loro dominio, avviene attraverso la caratteristica porta della Rocca, che si apre lunga la cinta muraria. Un pezzo di storia antica, che ci viene raccontato da ogni pietra che compone la fortezza. Passeggiare per i viottoli tortuosi del centro medievale è come immergersi in un luogo senza tempo, così da poter dimenticare per un istante la vita di sempre: vasi di pietra, scalinante ripide e archi di pietra, vasi di fiori e lenzuola come vele di una nave. A separare Giglio Castello dal resto dell’isola, si innalzano mura imponenti e perfettamente conversate nella loro struttura massiccia. Le pietre che compongono le mura si dispongono adattandosi al terreno, oltre alle dieci torri di avvistamento schierate lungo tutto il perimetro. Il tempo per il pranzo in ristorante è in corso di visite, mentre rientriamo in traghetto all’Argentario per raggiungere il nostro hotel per la cena e il pernottamento.

Nell’entroterra della Maremma, si delinea suggestiva l’area del tufo, territorio caratterizzato da insediamenti rupestri, borghi e fortificazioni, sorti durante il periodo etrusco-romano. La raggiungiamo dopo la colazione  per scoprirne le città principali: Pitigliano, Sorano e Sovana. Arrivando a Pitigliano si percepisce già tutta la sua bellezza arroccata come un piccolo presepe, similmente a Matera. Conosciuta come la Piccola Gerusalemme, per la presenza storica di una comunità ebraica molto ben integrata: ancora oggi si trovano la sinagoga, il forno delle Azzime, la macelleria Kasher, la cantina ed il bagno rituale. Ci trasferiamo a Sorano, intreccio di strette stradine e monumenti importanti. Fuori dalle porte della città svetta la fortezza Orsini, imponente complesso fortificato, mentre, olltrepassando porta di Sopra, si entra nel cuore del centro storico, scrigno della torre dell’Orologio e della chiesa di Santa Caterina. Dopo il pranzo libero, eccoci a Sovana, che si presenta come un gioiello medievale. La via e la piazza principali sono caratterizzate da una pavimentazione composta da mattoni rossi disposti a spina di pesce. Piazza del Pretorio e il palazzo dell’Archivio sono i monumenti più significativi. Il pranzo è in ristorante in corso di visite e, al termine, ci accomodiamo in bus per il rientro alle nostre località di destinazione.

Galleria fotografica

    Scopri le nostre soluzioni di viaggio

    Possiamo suggerirti una meta?

    Agenzia Viaggi Le CRì
    Viaggia ... sogna ... vivi

    DOVE SIAMO

    Via Romea, 58

    Legnaro (PD), IT

    E-MAIL

    info@lecri.it

    TELEFONO

    +39 049 6482275

    Best Travel Theme

    Elementor Demos

    With Love Travel WordPress Theme you will have everything you need to create a memorable online presence. Start create your dream travel site today.