PORTOFINO e le Cinque Terre

Durata

3 Giorni

Periodo

Agosto

Partenza

20240809

Servizi inclusi/esclusi

Sed ut perspiciatis unde omnis iste natus error sit voluptatem accusantium doloremque laudantium, totam rem aperiam, eaque ipsa quae ab illo inventore veritatis et quasi architecto beatae vitae dicta sunt explicabo. Nemo enim ipsam voluptatem quia voluptas sit aspernatur aut odit aut fugit, sed quia consequuntur magni dolores eos qui ratione voluptatem sequi nesciunt.

Itinerario

Ritrovo dei signori partecipanti al punto di partenza rilasciato all’iscrizione e incontro con l’accompagnatore CAM. Partiamo in direzione della riviera ligure di Levante per fermarci a Lerici, dove incontriamo la nostra guida. Scopriamo così uno dei borghi marinari più belli d’Italia, punteggiato da splendide architetture civili e religiose, sovrastato da un celebre castello del XII secolo. Pranziamo liberamente e proseguiamo per Portovenere, la prima delle tre località che si affacciano sul golfo dei Poeti, così detto perché nel corso dei secoli scrittori e artisti vi trascorrono lunghi periodi di residenza folgorati e ispirati dalla bellezza dell’anfiteatro d’acqua. La visita guidata si snoda lungo le mura del centro storico dominato dal santuario della Madonna Bianca, alla scoperta di indimenticabili scorci e architetture a strapiombo sul mare. In tempo utile raggiungiamo l’hotel, per la cena e il pernottamento.

Dopo la prima colazione, ci sistemiamo in bus per raggiungere il porto della Spezia, uno dei maggiori scali mercantili d’Italia, dove incontriamo la guida per una passeggiata lungo il bellissimo viale delle palme e l’imbarco sul battello che salpa verso le Cinque Terre, i fiabeschi paesini di pescatori in bilico tra mare e cielo. Usciti dal porto, si solcano le acque dell’arcipelago spezzino di Palmaria, Tino e Tinetto, da cui godere di una magica veduta sulla chiesa di San Pietro a picco sul mare dal promontorio di Portovenere, e si naviga al cospetto di Riomaggiore, Manarola e, alta sulla costa, Corniglia. Grazie alle caratteristiche geografiche e antropiche del territorio dove sorgono, questi borghi sono considerati una delle più suggestive attrattive costiere italiane, per il loro contesto orografico collinare naturalmente aspro e accidentato, addolcito dalla costruzione di terrazzamenti o fasce per la coltura, che cala verso il mare con forti pendenze. L’opera dell’uomo, nei secoli, ha modellato il territorio generando i famosi terrazzamenti sui declivi a mare con una particolare tecnica agricola tesa a sfruttare per quanto possibile i terreni posti in forte pendenza e ha delineato così uno dei più caratteristici e affascinanti paesaggi della Liguria, apprezzabile soprattutto dal mare, il nostro punto di vista privilegiato. Arrivati a Vernazza, sbarchiamo per la visita guidata alla più amata delle Terre, il cui nome deriva dalla gens Vulnetia, l’antica famiglia romana alla quale appartenevano gli schiavi che, una volta liberati, fondano il paese dove oggi si trovano elementi architettonici di grande pregio, come logge, chiese, case-torri e porticati. Il paese è dominato dai resti del castrum, una serie di fortificazioni medievali, con un castello e una torre cilindrica. L’abitato è costituito da abitazioni separate tra loro da un’unica via centrale e, perpendicolarmente, dalle arpaie, ripide scalinate. Il monumento storico di maggior rilievo è Santa Margherita d’Antiochia, una chiesa di stile romanico-genovese, la cui costruzione risale al XIII secolo. Successiva sosta a Monterosso al Mare, la più grande delle Terre, per il pranzo libero e la visita del borgo raccolto intorno alla trecentesca chiesa di San Giovanni Battista. Vernazza e Monterosso al mare sono i due borghi che hanno subito la tragica alluvione del 2011, condivisa oggi dagli abitanti con manifesti e fotografie che li ritraggono isolati e la successiva ricostruzione per il ritorno al precedente splendore. Ci portiamo dunque alla stazione dei treni per rientrare alla Spezia e raggiungere con una piacevole passeggiata attraverso il centro storico il bus che ci riconduce all’hotel, per la cena e il pernottamento.

Dopo la prima colazione dedichiamo la mattinata alla visita guidata del golfo del Tigullio. A Santa Margherita ci imbarchiamo per approdare al porticciolo del sito più bello dell’intera Liguria: Portofino, il borgo marinaro che si affaccia sul golfo con le sue case dai mille colori, con i giardini e i meravigliosi frutteti che ne fanno la splendida meta del jet-set internazionale, ripresa in molte pellicole ed entrata nella storia del costume italiano. Partiamo quindi in navigazione verso Santa Margherita per raggiungere la vicina Rapallo e scoprire una cittadina elegante e raffinata che si adagia sul litorale. Il centro storico di origine medioevale offre diverse testimonianze artistiche e culturali immerse in un paesaggio da sogno, tra cui emerge l’antico castello. Simbolo rapallino è il chiosco della musica, situato sul lungomare Vittorio Veneto e che richiama, per la sua architettura, il Liberty di fine ‘800 e inizio ‘900. Dopo il pranzo libero, magari in una focacceria del porto, tempo per una passeggiata e sistemazione in bus per il viaggio di ritorno, con arrivo in serata alle località di destinazione.

Galleria fotografica

    Scopri le nostre soluzioni di viaggio

    Possiamo suggerirti una meta?

    Agenzia Viaggi Le CRì
    Viaggia ... sogna ... vivi

    DOVE SIAMO

    Via Romea, 58

    Legnaro (PD), IT

    E-MAIL

    info@lecri.it

    TELEFONO

    +39 049 6482275

    Best Travel Theme

    Elementor Demos

    With Love Travel WordPress Theme you will have everything you need to create a memorable online presence. Start create your dream travel site today.